Scienze biologiche

Dipartimento
Segreteria
Internazionalizzazione
Servizi

Tirocinio curriculare

Il Tirocinio è un periodo di formazione per avvicinare lo studente a esperienze di tipo professionale che consente di:

  • integrare le conoscenze apprese nel corso degli studi;
  • di mettere in pratica ciò che hai imparato in forma teorica sui testi universitari;
  • di acquisire i Crediti Formativi Universitari (CFU) previsti dal piano di studi.
  • misurare il tuo livello di conoscenza, per imparare concetti e tecniche relative all’attività lavorativa, per capire le tue inclinazioni e cosa ti piacerebbe fare in futuro.

Il tirocinio curriculare si svolge presso una struttura convenzionata con l’Università (Ente/Azienda) o presso una struttura interna all’Università.

Torna al corso
Struttura ospitante Esterna Città Rif. Convenzione n. Stipulata in data
ARPA Molise Campobasso (CB) e Isernia (IS) 122 16/07/2018
ASREM CB – Lab. Analisi Campobasso (CB) 24 01/03/2017
ASREM CB – Lab. Anatomia patologica Campobasso (CB) 24 01/03/2017
ASREM IS – Centro Trasfusionale Isernia (IS) 24 01/03/2017
ASREM IS – Lab. Analisi Isernia (IS) 24 01/03/2017
ASREM Termoli – Lab. Analisi Termoli (CB) 24 01/03/2017
Consorzio del Giardino della Flora Appenninica Capracotta (IS) 117 02/10/2017
Istituto Abruzzese per le Aree protette (I.A.A.P.) Fossacesia (CH) 100 07/07/2017
(Elenco aggiornato al 21.04.2021)

Denominazione del Laboratorio Responsabile del Laboratorio
Banca del Germoplasma prof.ssa G.S. Scippa
Laboratorio di Biologia Vegetale prof.ssa G.S. Scippa
Laboratorio di Bioinformatica “BioinformART” prof.ssa G.S. Scippa
Laboratorio di Fisiologia Vegetale prof. C. Caprari
Laboratorio di Microbiologia prof. G. Naclerio
Laboratorio di Microbiologia Ambientale e Biorestauro (Microlab) prof. G. Ranalli
Laboratorio di Biostatistica ed Epidemiologia Computazionale prof. F. Divino

Il tirocinio è parte integrante del percorso formativo e la domanda può essere presentata solo dopo aver raggiunto 130 CFU.

Gli studenti, per avviare il tirocinio, devono produrre istanza presso la Segreteria didattica del Dipartimento di Bioscienze e Territorio (Sede di Pesche) mediante presentazione di:

La modulistica da presentare presso la Segreteria didattica del Dipartimento dovrà essere:
– compilata esclusivamente con un editor di testo
– consegnata almeno 20 giorni prima della data di inizio del Tirocinio.

Gli studenti, prima di iniziare a svolgere l’attività di tirocinio, dovranno:

  • seguire un corso di formazione inerente la sicurezza negli ambienti e nei luoghi di lavoro che sarà organizzato dal Dipartimento di Bioscienze e Territorio;
  • superare la prova di verifica somministrata alla fine del corso di formazione inerente la sicurezza negli ambienti e nei luoghi di lavoro.

Conclusosi l’iter amministrativo per la formalizzazione delle pratiche, gli studenti saranno avvisati della possibilità di iniziare le attività di tirocinio. Durante lo svolgimento del tirocinio lo studente è tenuto a compilare un libretto-diario registrandovi cronologicamente le attività svolte. Il libretto deve essere controfirmato dal Tutor della Struttura ospitante.

Al termine delle attività di tirocinio lo studente consegna presso la Segreteria didattica del Dipartimento:

il libretto-diario debitamente compilato e firmato

la relazione finale sullo svolgimento delle attività di tirocinio compilata e firmata dal tirocinante
la relazione finale sullo svolgimento delle attività di tirocinio compilata e firmata dal Tutor della Struttura ospitante .

Il tirocinio potrà essere svolto dagli studenti che abbiano acquisito almeno 130 CFU svolgendo una delle seguenti attività:

  • lavoro scritto stabilito di concerto dallo studente con il Tutor;
  • utilizzazione di specifici software;
  • archiviazione di dati e conduzione di analisi statistiche.

Tanto premesso, si riportano di seguito raggruppati per tipologia di attività, i nominativi dei docenti Tutor disponibili ad accogliere studenti per lo svolgimento del tirocinio in modalità agile:

Elaborazione di un lavoro scritto*, stabilito di concerto dallo studente con il tutor, focalizzato sullo stato dell’arte di nuovi metodi di indagine, miglioramento significativo di metodi esistenti o nuove e innovative applicazioni di metodi attuali. Utilizzazione di specifici software di analisi utilizzati in vari campi della biologia, sotto la guida del tutor. Archiviazione di dati e conduzione di analisi statistiche di base su insiemi di dati di natura biologica, sotto la guida del tutor.
Alessia Arcaro / Fabrizio Gentile.
Elaborazione di un lavoro scritto di aggiornamento delle applicazioni biomediche di citofluorimetria a flusso.
Mirko Di Febbraro. Utilizzo del software R per analisi di dati geografici relativi alla biodiversità. Fabio Divino
Claudio Caprari Anna Loy. Utilizzazione di Meshlab e Agisoft per rìcostruzioni fotogrammetriche di immagini tridimensionali di crani di mammiferi. Anna Loy. Raccolta segnalazioni fauna da social media e archiviazione dei dati su portali dedicati di Citizen Science (iNaturalist, ornitho.it).
Anna Loy. Analisi di metagenomica applicate allo studio della dieta dei mammiferi carnivori. Marco Segatto. Utilizzo di software di analisi per la valutazione dell’espressione proteica e della morfologia cellulare. Mariavirginia Soldovieri,
Giancarlo Ranalli. Attività correlate ad aspetti microbiologici.
Marco Segatto. Studio di metodi e dei modelli sperimentali impiegati nella ricerca biomedica.
Eleonora Sgambati. Studio morfologico di tessuti e organi umani mediante metodiche sperimentali innovative.
Maria Laura Carranza Maria Laura Carranza Maria Laura Carranza
Antimo Cutone
Paola Fortini. “Le piante della salute e del benessere.”

Realizzazione schede didattico/scientifiche di piante officinali da inserire nella pagina web del sistema Museale di UNIMOL (http://musei.unimol.it/musnam/)

Piera Di Marzio. “Piante da proteggere”

Realizzazione schede didattico/scientifiche di specie vegetali di interesse conservazionistico da inserire nella pagina web del sistema Museale di UNIMOL (http://musei.unimol.it/musnam/)

* In alternativa, d’intesa con il Docente Tutor, il tirocinante può produrre la stampa di slide che descrivono le attività svolte.Infine, in via del tutto eccezionale, sarà possibile avviare l’attività di tirocinio anche in deroga all’obbligo di aver conseguito l’attestazione relativa al corso di formazione sulla sicurezza nell’ambiente e nei luoghi di lavoro.La modulistica da utilizzare per il tirocinio (che sarà svolto solo in modalità agile) è riportata in questa sezione:

La modulistica da presentare presso la Segreteria didattica del Dipartimento dovrà essere:

  • compilata esclusivamente con un editor di testo;
  • consegnata almeno 20 giorni prima della data di inizio del Tirocinio.

Conclusosi l’iter amministrativo per la formalizzazione delle pratiche, gli studenti saranno avvisati della possibilità di iniziare le attività di tirocinio.Al termine delle attività di tirocinio lo studente trasmette alla Commissione tirocinio (prof. Gino Naclerio, prof.ssa Maria Laura Carranza, prof. Antonio Bucci e dott. Pasquale Lavorgna):

Il tirocinio potrà essere svolto dagli studenti che abbiano acquisito almeno 130 CFU svolgendo una delle seguenti attività:

  • lavoro scritto stabilito di concerto dallo studente con il Tutor;
  • utilizzazione di specifici software;
  • archiviazione di dati e conduzione di analisi statistiche.

Tanto premesso, si riportano di seguito raggruppati per tipologia di attività, i nominativi dei docenti Tutor disponibili ad accogliere studenti per lo svolgimento del tirocinio in modalità mista (presenza e agile):

Denominazione del Laboratorio Responsabile del Laboratorio
Laboratorio di Zoologia prof.ssa A. Loy
EnviX Lab prof. M. Di Febbraro
Laboratorio di Biologia Cellulare prof.ssa E. Sgambati
EnviX Lab prof.ssa M.L. Carranza
Laboratorio di Fisiologia prof. M. Segatto
Laboratorio di Biologia Cellulare prof. A. Cutone
Laboratorio di Fisiologia Vegetale prof. C. Capari

* In alternativa, d’intesa con il Docente Tutor, il tirocinante può produrre la stampa di slide che descrivono le attività svolte.Infine, in via del tutto eccezionale, sarà possibile avviare l’attività di tirocinio anche in deroga all’obbligo di aver conseguito l’attestazione relativa al corso di formazione sulla sicurezza nell’ambiente e nei luoghi di lavoro.La modulistica da utilizzare per il tirocinio (che sarà svolto solo in modalità mista ) è riportata in questa sezione:

La modulistica da presentare presso la Segreteria didattica del Dipartimento dovrà essere:

  • compilata esclusivamente con un editor di testo;
  • consegnata almeno 20 giorni prima della data di inizio del Tirocinio.

Conclusosi l’iter amministrativo per la formalizzazione delle pratiche, gli studenti saranno avvisati della possibilità di iniziare le attività di tirocinio.Al termine delle attività di tirocinio lo studente trasmette alla Commissione tirocinio (prof. Gino Naclerio, prof.ssa Maria Laura Carranza, prof. Antonio Bucci e dott. Pasquale Lavorgna):

Affinché i crediti relativi all’attività formativa possano essere registrati in carriera, lo studente dovrà prenotarsi al primo appello di esame utile relativo al tirocinio. Il numero di appelli, la modalità di prenotazione e la verbalizzazione dell’attività formativa saranno analoghi a quelli in vigore per tutte le attività formative previste nel piano di studio. Lo studente, pertanto, il giorno dell’esame dovrà presentarsi alla Commissione che provvederà alla verbalizzazione dell’esito positivo soltanto dopo aver verificato:

  • La documentazione presentata dallo studente a conclusione del tirocinio
  • La congruità dell’attività svolta in termini di contenuti, numero di ore e rispetto del periodo di tirocinio indicato sul progetto formativo

L’azienda/ente, sottoscrive in doppio originale la Convenzione (modulo di seguito riportato) e provvede a trasmetterla alla Segreteria didattica del Dipartimento di Bioscienze e Territorio – Sede di Pesche.
La modulistica dovrà essere compilata esclusivamente con un editor di testo.

In attuazione dell’art 10 bis della legge n. 69 del 21/05/2021 la convenzione è esente da imposta di bollo.

Il soggetto ospitante dovrà fornire l’indirizzo di posta elettronica certificata sul quale riceverà la copia della convenzione firmata dal Delegato del Rettore.

Ai sensi comma 3 dell’art 1 del Decreto Interministeriale 25 marzo 1998 n.142 i datori di lavoro possono ospitare tirocinanti in relazione all’attività dell’azienda, nei limiti di seguito indicati:
– aziende con non più di cinque dipendenti a tempo indeterminato, un tirocinante;
– con un numero di dipendenti a tempo indeterminato compreso tra sei e diciannove, non più di due tirocinanti contemporaneamente;
– con più di venti dipendenti a tempo indeterminato, tirocinanti in misura non superiore al dieci per cento dei suddetti dipendenti contemporaneamente.

Modulistica

Normativa

Per maggiori informazioni e/o chiarimenti puoi contattare:

    per il curriculum Bio-sanitario:

per il curriculum Bio-diversità: